Allevamenti bovini da latte in Italia: migliora lo stato sanitario delle stalle

Nel nostro Paese i riducono gli episodi di malattie trasmesse dagli animali all’uomo

Un bovino sano produce inevitabilmente un latte più sano. Per quanto riguarda la situazione sanitaria degli allevamenti italiani si registra un notevole miglioramento delle condizioni. Lo dimostra la costante riduzione del consumo di antibiotici, che negli ultimi dieci anni è sceso del 51%. Un dato incoraggiante rispetto alla situazione europea, che in media hanno ridotto l’uso di questi farmaci di “solo” il 43,2%.

Questo minore ricorso alle terapie antibiotiche di dimostra di incredibile importanza per la lotta all’antibiotico-resistenza. Al contempo si nota anche una crescita nella capacità degli allevamenti di prevenire le malattie con adeguate misure di biosicurezza.

Allevamenti bovini da latte in Italia: l’importanza dello stato di salute

Un migliore stato di salute che non riguarda solo gli animali, ma coinvolge anche l’uomo, il quale trovandosi a contatto con gli animali può contrarre eventuali malattie. In questo caso siamo di fronte a un gruppo di patologie che prende il nome di zoonosi. Un’altra e più frequente occasione di trasmissione delle malattie dall’animale all’uomo si verifica con il consumo di prodotti di origine animale. Episodi che vanno progressivamente riducendosi, ma non per questo da trascurare.

Leggi anche: Produzione lattiero casearia: la grande sfida della sostenibilità

Allevamenti bovini da latte in Italia: migliora lo stato sanitario delle stalle