L’iniziativa per ridurre l’impatto ambientale del settore lattiero-caseario

Si chiama Pathways to Dairy Net Zero ed è l’iniziativa del settore per il rispetto dell’ambiente

Nel corso del Pre-Summit Onu, svoltosi a luglio di quest’anno, è stata promossa dalla Global Dairy Paltform l’iniziativa Pathways to Dairy Net Zero, che ha l’obiettivo di accelerare le azioni atte a combattere il cambiamento climatico in tutto il settore lattiero-caseario, riducendo quindi l’impatto del settore stesso sul pianeta. Un progetto unico nel suo genere, diverso da qualsiasi altro in agricoltura, in termini di dimensioni, ampiezza e portata.

Il settore lattiero-caseario globale sta creando questa iniziativa innovativa per accelerare l’azione per il clima già in corso, continuando a fornire mezzi di sussistenza a un miliardo di persone e un’importante fonte di nutrienti a sei miliardi di persone
Donald Moore, direttore esecutivo della Global Dairy Platform.

Agricoltura e emissioni: un cambiamento positivo è possibile in tutti i sistemi lattiero-caseari

Un gruppo di organizzazioni multi-stakeholder – che comprende l’industria lattiero-casearia globale e rappresentanti delle comunità scientifiche e di ricerca – ha iniziato a lavorare per sviluppare metodologie, strumenti e percorsi che funzionino per ogni sistema di produzione. Il progetto Pathways to Dairy Net Zero è stato lanciato ufficialmente durante il Summit delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari, e sarà discussa anche alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, COP26, che si terrà a novembre. Si tratta di un movimento in crescita, il primo a riunire sistemi di produzione lattiero-casearia di ogni dimensione e tipo, nonché organizzazioni lungo tutta la filiera lattiero-casearia.

In linea generale, per ridurre le emissioni dei prodotti lattiero-caseari è necessario la collaborazione. Un secondo punto di partenza potrebbe essere quello di ridurre le quantità di metano utilizzate. Il metano, un gas serra primario prodotto dai ruminanti, ha infatti vita breve, di conseguenza, maggiori riduzioni avrebbero un effetto più immediato sul riscaldamento globale. Infine, il settore lattiero-caseario ha già i mezzi per ridurre una percentuale significativa di emissioni; le prove iniziali suggeriscono che le emissioni possono essere ridotte fino al 40% in alcuni sistemi, migliorando la produttività e l’efficienza di utilizzo delle risorse.

Leggi anche: Produzione e mercati di latte e derivati: un’occhiata a livello mondiale

L’iniziativa per ridurre l’impatto ambientale del settore lattiero-caseario